Monthly Archive for febbraio, 2011

Seconda “Cena Autografata”:

“Cena Autografata” : Omaggio agli Artisti

Nella galleria fotografica il  giovane  pittore  Stefano Marvulli dedicherà un suo lavoro  a Nek.


Nato a Rivoli, Torino, il 30 ottobre 1982.
Diplomato nel 2003, presso l’I.P.S. Albe Steiner di Torino in Grafica pubblicitaria. Laureato in grafica d’arte presso l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. 
Collaboratore esterno, nel ruolo di grafico digitale, per il Giornale dell’Arte, Vernissage e per The Art Newspaper, partner in lingua inglese del Giornale dell’ Arte con sede a Londra e New York. 
Direttore e art-director del web-magazine SATURNO. il pianeta degli artisti. 
Co-fondatore di JYNIUS Imaginativity studio. 
Partecipante al 14° Concorso nazionale di calcografia del Comune di Gorlago (Bg) 2005. 
Secondo premio al FIAT FreestyleTeam Street Art Exhibition 2006. 
Illustrazione d’autore per Casa Mollino. 
Mostra collettiva “Indisciplinarte” presso Galleria Allegretti contemporanea. 
Mostra “l’arte del corpo il corpo dell’arte”.Asti, maggio 2008. 
Day Dreaming magazine. agosto 2008. 
ArtVertising 2010. 
ArtPages 2010. 
Cut&Paste Londra 2010

La Luminosa carriera di un grande artista italiano :

NEK

Nek nasce a Sassuolo il 6 gennaio 1972. Il suo vero nome è Filippo Neviani ed è il secondo di due figli. Già all’età di nove anni ha i primi approcci con la chitarra dimostrando di avere una straordinaria sensibilità musicale. Nel 1986 forma i Winchester un duo di musica country. Nel 1989 Diventa cantante e bassista di una rock band chiamata White Lady e scrive le prime canzoni. Nel 1991 si separa dal gruppo per iniziare l’avventura musicale da solista. Partecipa al Festival di Castrocaro, con un suo pezzo dal titolo Io Ti Vorrei, aggiudicandosi la finale. Nello stesso anno, con la Fonit Cetra, firma il suo primo contratto discografico per tre album. 1992 debutta ufficialmente con l’album intitolato come il suo nome d’arte: Nek. Nel 1993 Scrive Figli Di Chi, partecipa nelle nuove proposte del 43° Festival di San Remo classificandosi al 3° posto con il pezzo In Te che diventa il titolo del suo secondo disco.

Nel 1994 riceve a Roma, in Campidoglio, il premio come Miglior Cantante Giovane Italiano.
Pubblica il terzo album Calore Umano. Al Festival Italiano si classifica al 2° posto con il brano Angeli Nel Ghetto.
Nel 1996 pubblica il quarto lp intitolato Lei, Gli Amici E Tutto Il Resto. Parte il suo primo tour teatrale.

Nel 1997 è in gara fra i big al 47° Festival di Sanremo con la canzone Laura Non C’è
Viene ristampato il cd Lei, Gli Amici E Tutto Il Resto con l’inserimento della stessa Laura Non C’è più un secondo inedito dal titolo Sei Grande. Il disco conquista sei dischi di platino superando le 600.000 copie vendute in Italia.
Scrive la colonna sonora del film Laura Non C’è. La pellicola, ispirata alla celebre canzone, viene girata a Roma e ha come attori anche diversi personaggi televisivi e un futuro grande talento del cinema italiano: Laura Chiatti. Nek compare gli ultimi cinque minuti nel ruolo di fumettista.
Nel 1998 pubblica contemporaneamente in Europa, America Latina e Giappone il quinto album In Due (versione spagnola Entre Tu Y Yo). Triplo disco di platino in Italia. Disco di platino in Spagna, disco d’oro in Austria, Svizzera e Argentina. In Germania, Austria e Svizzera Nek è nelle prime venti posizioni della classifica con due dischi: Lei, Gli Amici…. e In Due.Il 9 luglio riceve il premio I.F.P.I. Platinum Europe Award a Bruxelles.
Parte il suo primo tour mondiale Nek Around The World. 120 concerti nelle grandi arene e nei palasport in Europa, in Canada, in Sud America e negli Stati Uniti.Pubblica Nek Live in Milano primo home video del concerto tenuto al teatro Smeraldo l’8 maggio 1997.E’ Guest Presenter agli MTV Europe Music Awards.Partecipa alla 6° edizione del Concerto di Natale in Vaticano.

Nel 2000 pubblica in tutto il mondo il sesto album La Vita È / La Vida Es.
Parte la tournè ‘La vita È Live in Tour’ che si concluderà a Mosca al Cremlino. Proprio in Russia La Vita È viene premiata come Miglior Brano Straniero.
Si esibisce all’8° edizione del Concerto di Natale in Vaticano con la canzone Con La Terra Sotto Di Me

2002 Pubblica l’album Le Cose Da Difendere / Las Cosas Que Defenderè.
Nel 2003 pubblica la sua prima raccolta di successi ‘The Best of Nek – L’Anno Zero’ realizzato anche in versione spagnola ‘Lo Mejor De Nek – El Año Cero’ con 2 inediti: Almeno Stavolta / Almenos Ahora e L’Anno Zero / El Año Cero e 3 versioni di brani ri-arrangiati come In Te / En Ti, Cuori In Tempesta / Corazones En Tempestades, Angeli Nel Ghetto / Angeles Del Ghetto.
Nel 2005 pubblica l’album Una Parte Di Me / Una Parte De Mi.

Nel 2006 pubblica il decimo album (il nono di inediti) intitolato Nella Stanza 26 / En El Quarto 26.

Nel 2007 si esibisce ai Wind Music Awards e viene premiato, assieme ad altri artisti italiani come Claudio Baglioni, Venditti, Ligabue, Ferro, Zucchero, Elisa, per le vendite dell’album Nella Stanza 26.
È in nomination per i Telegatti nella sezione Tournè.

Nel 2008 duetta con l’artista inglese Craig David nel brano “Walking Away” curando personalmente l’adattamento italiano del testo.
2009 Il giorno 30 gennaio esce in Europa e in America Latina il decimo album di inediti intitolato “Un’Altra Direzione”
Lo stesso anno Nek viene coinvolto insieme ai più importanti artisti italiani
nel progetto discografico “Domani 21/04.09” il cui ricavato verrà devoluto a favore dei terremotati dell’Abruzzo. Il 27 novembre esce  l’album di Claudio Baglioni “Q.P.G.A.” (Questo piccolo grande amore) al quale Nek partecipa come cantante e chitarrista nel brano “Cosa non si fa”.

2010 Scrive la prefazione del libro dal titolo “Quello che gli occhi non vedono” di Irene Cianbezi che raccoglie latestimonianza di una ragazza uscita dal terribile giro della prostituzione. Il ricavato della vendita del volume andrà in beneficienza all’Associazione Onlus “Papa Giovanni XXIII” del compianto don Oreste Benzi.” Viene pubblicato in Italia, in Europa e in Sud America “E DA QUI – Greatest Hits 1992 – 2010”  che è la più esauriente e completa collezione di singoli della popstar di Sassuolo. Un doppio album con 37 canzoni (fra cui 3 brani in versione originale e live), nel quale Nek prende slancio dal passato per proiettarsi nel futuro con 3 canzoni inedite: il primo singolo “E da qui” (in radio dal 15 ottobre), “È con te” (dedicata alla figlia Beatrice Maria) e “Vulnerabile”.

Cantante, compositore e musicista in continua evoluzione con oltre 8.000.000 di dischi venduti. Un percorso artistico sempre al centro del mirino dei fan e della critica di tutto il mondo, perché Nek ha conquistato rapidamente lo status di popstar internazionale.

Prima "Cena autografata":

Enrico Ruggeri



“Cena Autografata” : Omaggio agli artisti

Nella galleria fotografica la giovanissima Michela Peani dedicherà un suo lavoro a Enrico Ruggeri.

Biografia

Michela Peani, nata a Fidenza il 6 Novembre 1990, dimostra il suo talento già da piccola, incantata dall’arte di Walt Disney e ne trae ispirazione. Si iscrive giovanissima a un corso di pittura a olio, che diventa la sua passione.La sua creatività e fantasia la spingono a dipingere quadri che vengono esposti in varie mostre e nel 2001 vince il concorso “Il centenario della morte di Giuseppe Verdi” (omaggio artistico alle sue opere). Ottiene “Il premio under 18” “Il mio paese” San Terenzio.

Primo posto per la realizzazione del logo della scuola media “Il Seme”. Secondo posto per il logo della “Croce Rossa di Fidenza” e “L’affido”.

Viaggia all’estero e apprende nuove tecniche da cui trae spunti per nuovi lavori.

Si è diplomata nel 2009 presso il “Liceo Artistico Bruno Cassinari” di Piacenza. Attualmente studia a Reggio Emila e frequenta il secondo anno della “Scuola Internazionale di Comics”. Nel tempo libero realizza lavori su commissione.

 

“Cena Autografata”: La cucina

All’interno del Matilde di Canossa Resort si trova l’ottimo ristorante “Il Concilio”, (non esclusivo e che si propone a tutti) che si occuperà della preparazione della cena.

Sarà disponibile, all’arrivo degli ospiti, un aperitivo e un buffet con ampia varietà di sfiziosi bocconcini per soddisfare il palato, tra esposizioni di disegni, fotografie e libri che riguardano l’artista.

Nella sala Canossa verrà servita la cena che in questa serata sarà composta da un menù fisso “ la tradizione e la campagna”, tra dialogo e musica.

Preghiamo gli ospiti di specificare al momento della prenotazione eventuali problemi di alimentazione quali celiachia etc etc.

La Luminosa carriera di un grande artista italiano :

ENRICO RUGGERI

Gli inizi

Nel 1972, a 15 anni, fonda il suo primo gruppo, i Josafat, che nel 1974 si trasformano, con l’ingresso di Silvio Capeccia in Champagne Molotov. Nel 1977 fonda la band Trifoglio e i Decibel con l’album omonimo (comunemente noto come Punk a causa di una scritta presente sulla copertina). Dopo il singolo Indigestione disko, il successo arriva con la partecipazione a Sanremo con il brano Contessa e l’album Vivo da re, la cui title-track prenderà parte al Festivalbar di quell’anno.

Il periodo Pop punk (1981-83)
Nel 1981 Enrico Ruggeri intraprende la propria carriera solista prodotto da quello che diventerà il suo produttore storico, Silvio Crippa, e avviando la pluridecennale collaborazione con il chitarrista Luigi Schiavone. Nasce l’album Champagne Molotov.

Il 1983 è l’anno in cui inizia a farsi conoscere, grazie all’album Polvere e la single-track omonima. In questo periodo Ruggeri lavora anche come autore di alcuni cantanti pop come Diana Est, Den Harrow, Jock Hattle, Albert One. Il brano Il mare d’inverno, che inciderà soltanto l’anno seguente, è portato al successo da Loredana Berté.

 

Il consolidamento del successo (1984-1989)
Nel 1984 Ruggeri torna al Festival di Sanremo con il brano Nuovo Swing. Segue l’album Presente, che mescola nuovi brani ad esecuzioni dal vivo. 1985-1986 nascono gli album Tutto scorre, il mini LP Difesa francese ed Enrico VIII, quest’ultimo il primo a fare il suo ingresso nella Top 20. Nel 1987 si ripresenta a Sanremo con Gianni Morandi e Umberto Tozzi con il brano Si può dare di più che vince la manifestazione. Segue un’ambiziosa tournée nei teatri italiani con l’orchestra filarmonica di Alessandria la cui testimonianza è sul doppio live Vai Rrouge!. Scrive Quello che le donne non dicono cantata da Fiorella Mannoia, la cui musica, è di Luigi Schiavone.
Nel 1988 realizza l’album La parola ai testimoni, utilizzando piattaforme digitali e strumenti elettronici. L’anno seguente, è la volta di Contatti, che presenta tre inediti e la coeva Il funambolo (scritta insieme a Riccardo Cocciante), orchestrati dalla filarmonica dell’allora Leningrado, insieme a cover di altri cantautori italiani Ivano Fossati, Lucio Dalla, Francesco Guccini, Sergio Endrigo Lucio Battisti, Francesco De Gregori, gli Alunni del Sole.

Ritorno al Rock e i massimi successi (1990-93)
Nel 1990 esce l’album Il falco e il gabbiano con i singoli Ti avrò e Punk (Prima di te).

Segue, l’anno dopo, il suo album di maggior successo, Peter Pan: 400.000 copie vendute in pochi mesi.
Nel 1993 Ruggeri conquista per la seconda volta il Festival di Sanremo con il brano rock Mistero . Ad esso segue l’album La giostra della memoria. Sempre nel 1993 partecipa, penultimo italiano della storia, all’Eurofestival con il brano Sole d’Europa.

 

Progressive (1994-99)
Nel 1994 esce l’album Oggetti smarriti, che risente nei testi e nelle atmosfere della fine del matrimonio con la moglie Laura. Nel 1996 esce l’ambizioso e pregevole album concept Fango e stelle. Nel 1997 incide Domani è un altro giorno, l’album guarderà anche al mercato estero. Nel 1999 esce L’isola dei tesori, composto in prevalenza da alcuni brani più o meno famosi scritti in passato per altri interpreti e gruppi, spesso con la partecipazione degli stessi artisti. Come bonus track figura anche La chanson de Mimie, versione francese de La poesia.

 

Gli anni della maturità (2000-)
Nel 2000 esce L’uomo che vola. Il 2001 è l’anno delle reinterpretazioni in stile acoustic del doppio live La vie en Rouge.Nel 2002 partecipa con la ballata Primavera a Sarajevo al Festival di Sanremo. Nel 2003, in coppia con Andrea Mirò, è ancora a Sanremo con Nessuno tocchi Caino canzone contro la pena di morte. Nel 2004 sce l’album Gli occhi del musicista. Sempre nel 2004 Punk prima di te e il DVD dal vivo, Ulisse. Nel 2005 pubblica Amore e guerra mentre l’anno successivo esce la raccolta Cuore, muscoli e cervello, triplo cofanetto. Nel 2006 intraprende la carriera di conduttore televisivo nelle trasmissioni “Il bivio”, “Quello che le donne non dicono” e “Mistero”.Nel natale 2007 esce un nuovo disco di cover natalizie tra le quali White Christmas. Nel 2008 esce un nuovo disco di inediti Rock Show. Il 30 gennaio 2009 è uscito il nuovo lavoro dal titolo All in – L’ultima follia di Enrico Ruggeri, un triplo CD di brani inediti, tra i quali c’è anche il brano Incontri (Dimmi quand’è) che ha dato vita al jingle pubblicitario dell’Amaro Averna. Nell’aprile 2009 ha partecipato all’incisione del brano Domani 21/04.09 di Mauro Pagani, i cui proventi saranno devoluti alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Aquila. Seguirà la conduzione del programma “Mistero” con un ottimo successo di ascolti.

A Gennaio 2010 esce il libro “Un Mistero Fra Noi” nel quale approfondisce i temi trattati nella fortunata trasmissione.

Il 19 Febbraio 2010 pubblica La Ruota uno dei suoi album migliori, seguito dall’omonimo Tour teatrale. Sempre nel 2010 ha partecipato in qualità di giurato alla quarta stagione di “X Factor” in onda su Rai Due.

Il 26 Gennaio 2011 esce il suo nuovo libro “Che Giorno Sarà” Storia di un musicista che vuole diventare famoso senza riuscirvi e dopo varie peripezie decide di ribellarsi al suo destino.